Perché alcune persone riescono a rimanere in forma pur mangiando tanto - Maria Sorrentino Mediplant

Perché alcune persone riescono a rimanere in forma pur mangiando tanto?

Abbiamo tutte quell’amica o amico che si concede pranzi abbondanti, non dice mai di no a una pizza ben condita, eppure non ha mai avuto problemi con la bilancia. Perché?

 Analizziamo uno per uno i fattori che si nascondono dietro questa particolare e di sicuro invidiata condizione fisica.

 

1 Il fattore genetico 

È stato dimostrato che il peso corporeo, oltre che dallo stile di vita, è influenzato da un ormone: la leptina.(1) Quest’ormone è responsabile della regolazione dell’appetito e influisce direttamente sulla capacità di sentirsi sazi. Se si è obesi la sua produzione aumenta, ma i suoi recettori continuamente stimolati, vengono bloccati per cui non funzionano più.

 

2 Elevata percentuale di massa muscolare

Il muscolo consuma 1,5% della energia del nostro metabolismo basale. In pratica, più muscoli hai più calorie bruci durante la giornata anche quando non ti alleni. Due persone stesso peso e stessa altezza, l’una con più massa magra e l’altra con più massa muscolare, anche se a riposo, consumano energia in modo diverso. Quella magra con più massa muscolare consuma più energie di quella con più massa grassa, anche in una situazione di inattività.

Se per natura non sei dotata di una buona muscolatura, acquisirla con l’allenamento può essere faticoso. Però i risultati che raggiungerai potranno compensare lo sforzo e l’impegno. Una volta, infatti, che avrai raggiunto una buona massa magra sarà sempre più facile mantenere la linea, perché pur mangiando di più ingrassi di meno.

 

Massa muscolare VS Massa magra - Maria Sorrentino Mediplant

 

3 Termogenesi 

Una delle spiegazioni che può farti sentire meglio riguardo i tuoi sforzi è la termogenesi. Le persone magre convertono l’eccesso calorico in calore piuttosto che in glicogeno o in acidi grassi. Tanti e grossi mitocondri permettono all’eccesso  glucidico di convertirsi in calore e non in acidi grassi.

È possibile che due persone, pur avendo caratteristiche fisiche e di stile di vita simili, non riescano a mantenere lo stesso peso a distanza di tempo. Ciò avviene perché i mitocondri di chi non ingrassa “funzionano meglio” di chi prende peso, facendo bruciare le calorie in eccesso e trasformandole in energia (termogenesi).

 

Termogenesi tessuto adiposo - Maria Sorrentino Mediplant

 

Che cos’è la termogenesi?  

È un meccanismo che permette al grasso bruno presente in alcune zone del corpo di bruciare calorie, liberando l’energia sottoforma di calore.

Cosa possiamo fare per stimolare la termogenesi?

  1. Assumere integratori alimentari termogenici.
  2. Consumare 5 pasti al giorno. Una frequenza maggiore nell’apporto di cibo dà al nostro cervello un segnale di abbondanza di cibo e di conseguenza vengono attivati T3 e T4 (ormoni tiroidei), facendo aumentare il metabolismo basale (ossia il consumo energetico a riposo). Si bruciano più grassi e quindi si dimagrisce di più.

 

Dunque seguire un’alimentazione personalizzata, fare esercizio fisico e abbinare gli giusti integratori stimolanti il metabolismo è fondamentale per ritrovare un equilibrio perfetto e una buona forma fisica.

 

Bibliografia

  • Chen H, Charlat O, Tartaglia LA, et al. Evidence that the diabetic gene encodes the leptin receptor: identification of a mutation in the lebtin gene in db/db mice. Cell 1996; 84: 491-5
  • The Regulation of Food Intake: the BrainEndocrine Network – Maria Sorrentino* and Giovanni Ragozzino Department of Environmental, Biological and Pharmaceutical Sciences and Technologies, University of Campania, I-81100 Caserta, Italy

 

Leggi tutti gli articoli di Maria Sorrentino

Cerca il centro qualificato Torna in forma più vicino a te

Leggi tutti gli articoli de I Consigli del Nutrizionista

Nessun commento