Perché è importante leggere le etichette delle confetture di marmellata

10 Giugno 2019
 

L’etichetta è un elemento molto importante per un alimento in quanto fornisce una serie di informazioni che se correttamente interpretate permettono di valutare la qualità di ciò che si acquista.

 È importante fornire al consumatore gli strumenti necessari per poter leggere correttamente le etichette. Nello specifico analizzando le marmellate presenti in commercio spesso ci si trova di fronte ad un ventaglio di scelte che porta il consumatore finale al disorientamento. I termini “marmellata”, “confettura” e “marmellata a basso tenore di zuccheri” non hanno le stesse valenze nutrizionali. In realtà si tratta di prodotti ben distinti, seppur evidentemente simili: la differenziazione tra marmellata e confetture è sancita dalla direttiva europea n. 79/693 del 1979, recepita dall’ordinamento italiano nel 1982 con il D.P.R. 8 giugno 1982, n. 401.

Analizziamo nel dettaglio le differenze:

  • Con il termine “marmellata” si fa riferimento ad prodotto fatto di ZUCCHERO e AGRUMI (arancia, mandarino, limone, cedro, bergamotto, pompelmo), in cui la percentuale di frutta è almeno il 20%. Le parti di agrumi utilizzabili sono polpa, purea, succo, estratti acquosi e scorza. Il contenuto calorico su 100 gr di prodotto è di circa 222 KCAL, il contenuto di carboidrati varia da 58 a 60 gr, il contenuto proteico è di 0,6 gr ed i lipidi sono rinvenibili in tracce.
  • Con il termine “confettura” si indica prodotto contenente zucchero e polpa (o purea) di tutti gli altri tipi di frutta. La percentuale di frutta non può essere in generale inferiore al 35% (con differenze anche notevoli a seconda del frutto usato), ma sale al 45% nel caso della “confettura extra“. Il contenuto calorico su 100 gr di prodotto è di circa 260 KCAL, il contenuto di carboidrati varia dal 50 a 67 gr, il contenuto proteico è di 0,4 gr ed i lipidi sono rinvenibili in tracce.
  • Con il termine “marmellata a basso tenore di zuccheri” si fa riferimento alla Confettura Light, a basso contenuto di zucchero che contiene il 25% meno di zucchero di una confettura classica ed il contenuto calorico su 100 gr di prodotto è di circa 130 KCAL.

 ATTENZIONE alla scelta perché potreste erroneamente assumere più calorie del necessario!

Articoli dell'autore