Rubriche

Drenaggio dei liquidi e cellulite

04 Giugno 2019

Il problema della ritenzione di liquidi e della fragilità capillare è molto comune nelle donne e a volte, nonostante uno stile di vita sano e un’alimentazione bilanciata, non si riesce a risolvere del tutto il problema.

La maggior incidenza della cellulite è infatti una delle caratteristiche del fenotipo ginoide, tipico delle donne in età fertile, caratterizzato da una maggior presenza di grasso sottocutaneo localizzato principalmente nella parte inferiore del corpo, cioè nelle gambe e nei glutei. È inoltre associato ad una maggiore incidenza di disturbi circolatori alle gambe e quindi ad una maggior presenza di cellulite.

Cosa vi dice panniculopatia edematofibrosclerotica? È il nome scientifico della cellulite che non è altro che un’infiammazione che colpisce i vasi sanguigni e causa la loro maggiore permeabilità per la presenza di tessuto adiposo sottocutaneo. Questo, dilatandosi, spinge al di sotto dell’epidermide e determina l’aspetto tipico spugnoso della pelle a buccia d’arancia.

La prevenzione della cellulite si effettua mantenendo uno stile di vita sano, che includa regolare attività fisica e l’eliminazione del fumo e dell’alcool. Porre attenzione ad alcuni aspetti della nostra quotidianità può inoltre aiutare a ridurre la comparsa di disturbi alle gambe. Infatti l’uso di abiti troppo stretti o tacchi troppo alti, così come una postura scorretta o il mantenere la stessa posizione, seduti o in piedi, per molto tempo aumenta la predisposizione alla comparsa della cellulite.

Dal punto di vista dietetico, gli accorgimenti da seguire riguardano innanzitutto il mantenere un peso stabile, evitando continui sbalzi della bilancia in su o in giù, e garantire a tavola il giusto apporto di micronutrienti, fibra e acqua.

L’idratazione è fondamentale, per cui è bene garantire almeno 1,5 litri di acqua al giorno, soprattutto quando si fa attività fisica. Riuscire a consumare 5 porzioni al giorno di frutta e verdura assicura poi il giusto apporto di vitamine e sali minerali necessari a mantenere la salute delle gambe. In particolare, bisogna prediligere il consumo di vegetali di colore rosso o violaceo come ad esempio: radicchio, melanzane, cavolo nero, ciliegie, fragole, ribes e mirtilli.

Infine, per raggiungere la quota giornaliera di fibra consigliata dalle linee guida, è bene assumere cereali integrali e mantenere un consumo abituale di legumi nella settimana.

Ma se nonostante tutto la situazione non migliora, come possiamo aiutarci?

Dal punto di vista fitoterapico, gli aiuti più idonei da abbinare agli accorgimenti dietetici e comportamentali, sono rappresentati da estratti vegetali ad azione antiedemica, cioè anti-gonfiore, e antiinfiammatoria. Oltre a ridurre il volume delle cellule adipose, quindi perdere peso, è necessario assumere estratti naturali che riparino le pareti dei vasi capillari e facilitino il drenaggio dei liquidi.

Recenti studi clinici dimostrano che la Centella asiatica è efficace per migliorare l’insufficienza venosa, l’edema e rinforza i capillari grazie al suo potente effetto antinfiammatorio e antiossidante. L’estratto di Centella stimola inoltre la produzione di collagene, una proteina di struttura fondamentale per il rassodamento dei tessuti. Insieme ad altri principi vegetali come il Gambo d’ananas, la Pilosella e il Tè verde ripristina la corretta circolazione e riduce l’infiammazione dei tessuti.

Metabolik Drena Mediplant è un integratore alimentare a base di Ananas, Pilosella, Centella, Tarassaco e Tè verde che insieme:

  • Ripristinano la corretta circolazione e migliora il trofismo cellulare
  • Bilanciano il drenaggio dei liquidi
  • Riducono gli inestetismi della cellulite

Nella versione liquida si assume diluendo due misurini (40 ml) in 1,5 litri di acqua da bere nell’arco della giornata, in quella in capsule si assumono due capsule al giorno per garantire l’apporto idrico ottimale alle nostre cellule e la giusta concentrazione di tutti i principi vegetali contenuti.

Combattere gli inestetismi della cellulite non è una sfida impossibile, ma bisogna tenere in mente che il benessere delle gambe, così come molti altri aspetti della nostra salute, è determinato anche dalle scelte che facciamo ogni giorno a tavola e nel nostro tempo libero.

Prodotti correlati